scorcio ruata valle

MTB


STRADA DEI CANNONI
  • Accesso : ROATA VALLE (1370 slm) Stroppo, Valle Maira
  • Sviluppo: 56 km circa
  • Dislivello complessivo in salita: 1550 m circa
  • Fondo del terreno: carrozzabili militari (50%), sentieri tecnici (20%), asfalto (30%)
  • Percentuale ciclabile: salita (100%) - discesa (100%)
  • Stagione consigliata: maggio-settembre
  • Impegno fisico: alto
  • Livello tecnico: medio
Cartina
L'escursione ha inizio da Borgata Valle lungo il tecnico sentiero (tacche gialle del P.O.) che in ripida discesa porta a raggiungere frazione Paschero da dove si ridiscende lungo la statale fino a San Damiano Macra. Da qui si procede per un centinaio di metri svoltando a sinistra alla prima deviazione con indicazione per Pagliero.
Si mantiene la direzione principale fino al colle Birrone (ultimi 4 km sterrati). Guadagnata l'ampia sella erbosa (1700 slm) si incrocia la militare conosciuta come strada dei cannoni e si svolta a sinistra alla volta del colle di Sampeyre.
La carrareccia taglia diagonalmente i ripidi pendii erbosi dei monti Rastciàs (2404 slm), Lubin (2431 slm), Cugulet (2494 slm) e Nebin (2510 slm) e diviene più scorrevole in vista del colle di Sampeyre (2284 slm). Qui si incrocia la carrozzabile che collega Elva a Sampeyre che si segue svoltando a sinistra, in decisa discesa fino al colle delle Cavalline dove si ignora la rotabile sulla destra per svoltare a sinistra proseguendo, per qualche metro, in piano.
Poco oltre una struttura ricettiva, si imbocca, sulla destra, l'ampio sentiero che si inoltra tra le conifere fino a giungere alla cappella di San Giovanni (1872 slm).
Si svolta ora a sinistra seguendo il single-track che ha inizio nei pressi di un fontanile (tacche gialle del P. O.). Dal colle Bettone (1831 slm) vi sono due possibilità: seguire la carrozzabile asfaltata o continuare a seguire le tacche gialle lungo i tecnici tratturi molto frequentati anche da escursionisti.
Entrambe consentono di raggiungere borgata San Martino dove è consigliabile proseguire su asfalto almeno fino a borgata Cucchiales; qui giunti si può optare per il tecnico viottolo che collega Cucchiales superiore alla carrozzabile per Morinesio dove, prima dell'abitato, si svolta a destra su sentiero tra le case ritornando a Roata Valle.

STROPPO GIRO DELLE BORGATE
  • Accesso : ROATA VALLE (1370 slm) Stroppo, Valle Maira
  • Sviluppo: 17 km circa
  • Dislivello complessivo in salita: 720 m circa
  • Fondo del terreno: carrozzabili militari-forestali (0%), sentieri tecnici (65%), asfalto (35%)
  • Percentuale ciclabile: salita (90%) - discesa (99%)
  • Stagione consigliata: marzo-novembre
  • Impegno fisico: medio
  • Livello tecnico: alto
Cartina
La partenza avviene nei pressi della locanda di Roata Valle da dove si imbocca sulla la destra un sentierino poco evidente che con un lungo mezzacosta ed un tratto finale più impervio (tratto a piedi) raggiunge il santuario di Santa Maria di Morinesio.
Si affianca la chiesa e si sale fino ad una croce con pilone dove si svolta a sinistra, tra i prati, alla volta di Morinesio (1466 slm).
Si perde quota imboccando la prima deviazione a sinistra che riporta alla rotabile principale che si segue, sempre in discesa fino ad un primo tornante dove ci si inoltra nel bosco, lungo un sentierino tecnico che conduce alla successiva borgata di Cucchiales Superiore.
Si ritorna nuovamente sulla carrozzabile principale che si segue svoltando a destra; un lungo saliscendi asfaltato permette di raggiungere la solatia borgata di San Martino Superiore (1431 slm) dove ci si inoltra tra le case mantenendo la sinistra e poco prima della chiesa a strapiombo, nei pressi di un fontanile, si svolta a sinistra imboccando uno stretto tratturo di collegamento alla sottostante rotabile che si segue in discesa ignorando il primo sentiero sulla sinistra a favore del secondo, sempre a sinistra e più evidente (tacche gialle P. O.).
Si pedala lungo uno stretto single- track che fiancheggia un muro in pietra e giunge ad un crocevia dove, sulla destra, si seguono le indicazioni per “Arneodi” (tacche giallo-blu).
La discesa si presenta tecnica e divertente, ma occorre essere parecchio prudenti nei tratti più esposti.
Si supera un antico mulino e, dopo un tratto finale scorrevole ed erboso, ci si immette nuovamente sulla carrozzabile e si raggiunge Paschero con una irta rampa asfaltata. Dalla piazza si seguono le indicazioni per “Caudano-Centenero”(cimitero) percorrendo una stretta e panoramica carrozzabile fino all'abitato di Centenero(1222 slm ) (evitare di scendere in Caudano) dove ci si inoltra tra le case e, seguendo le tacche gialle del Percorso Occitano, si fa ritorno, su sentiero tecnico, a Caudano.
Da qui si continuano a seguire le tacche gialle fino alla chiesa romanica di San Pietro (1233 slm ), dove si ritorna su asfalto e si procede in salita fino a svoltare, ad un successivo bivio, a destra per Morinesio ed immediatamente dopo ancora a destra per Roata Valle.

TOUR PELVO E CHERSOGNO
  • Accesso : ROATA VALLE (1370 slm) Stroppo, Valle Maira
  • Sviluppo: 50 km circa
  • Dislivello complessivo in salita: 2300 m circa
  • Fondo del terreno: carrozzabili militari-forestali (40%), sentieri tecnici (45%), asfalto (15%)
  • Percentuale ciclabile: salita (85%) - discesa (80%)
  • Stagione consigliata: luglio-settembre
  • Impegno fisico: alto
  • Livello tecnico: alto
Cartina
Da Roata Valle si sale su carrozzabile asfaltata verso il colle di Sampeyre fino nei pressi del colle Bettone dove, seguendo fedelmente le tacche gialle del P.O.si giunge a borgata Serre (Elva) dove svetta l'inconfondibile campanile della parrocchiale (1637 slm).
Si sale ancora in direzione del colle della Cavallina ma, dopo poche centinaia di metri, si imbocca, sulla sinistra, il bivio per borg.Martini fino ad oltrepassare anche borg.Grangette dove si seguono le indicazioni GTA (bianco-rosso) lungo una pista agricola che si collega alla sovrastante militare conosciuta come strada dei Cannoni (2196 slm ).
Si prosegue verso sinistra in direzione del colle Bicocca (2285 slm).
Qui ha termine la carrareccia e ci si inoltra lungo il mezzacosta (T6) prima erboso, poi più pietroso (tratti a piedi) che conduce al bivacco CAI Elio Bonfante-lago Camoscere (2644 slm).
Si segue, sulla sinistra, il T5 che scende in un pianoro sottostante; dopo una successiva discesa, si prosegue a destra, abbandonando il T5, al di sotto di una barriera rocciosa (tratto poco ciclabile) e guadagnando il colle di Chiosso (2407 slm).
Si prosegue ancora in discesa lungo l'impegnativo single-track (T7) che richiede, soprattutto nella prima parte, di procedere con la bici al proprio fianco.
Superato un ennesimo pianoro ai piedi del versante Est del monte Chersogno si scorgono le prime baite di grange Chiotti dove la discesa diviene più scorrevole lungo l'ampia sterrata che corre verso valle (2022 slm ). Oltrepassato il gruppo di case, dopo una serie di tornanti ed un traversone discendente si ignora la svolta a destra per Campiglione mantenendo la sinistra.
Nei pressi di borgata De Costanzi ha fine lo sterrato (1714 slm ) e, poco oltre, si incontrano le tacche gialle del Percorso Occitano che si seguono in salita, sulla sinistra, inerpicandosi verso colle San Michele (1935 slm). Guadagnato il passo si imbocca il sentiero che continua sul versante opposto a quello di salita, sempre contraddistinto dalle tacche gialle e che, a strapiombo sull'orrido di Elva giunge a rocca Orsiere 1996 m già in vista delle sottostanti borgate.
Si prosegue per il sentiero principale (tacche bianco-rosso GTA) che scollina nel vallone di Gias Vecchio e conduce alle borgate di Chiosso Superiore ed Inferiore (1530 slm ).
Si imbocca la carrozzabile asfalta che, in salita, (P.O./GTA) giunge alla rotabile del vallone.
Procedendo in salita si ritorna a Serre e, lungo l'itinerario di andata, a Roata Valle

TESTI E IMMAGINI TRATTI DA:
"MOUNTAIN BIKE -VARAITA, MAIRA,GRANA,STURA,UBAYE - 44 itinerari nelle valli cuneesi" di Mariano Icardi e Sara Marino
CPT soc. coop. - realizzazione: gi.mac - coordinamento relazionale: LiberLab - prima edizione giugno 2007

Copyright © 2012 - Codirosso s.a.s. - Fraz. Ruata Valle 8 - 12020 STROPPO (CN) - Tel. 348.8860680 - P.Iva: 02598390041